OPERAZIONE ORIGINI: COME SI FA?

 

Scopi, obiettivi e metodi dell’Operazione Origini sono descritti in dettaglio in un lungo documento intitolato Introduzione all’Operazione (curato da Giuseppe Stilo), disponibile su Internet all’indirizzo http://www.ufo.it/origini/introduzione-estesa.htm . Nel frattempo questa breve Guida ti permette di iniziare velocemente a lavorare in modo fruttuoso.

Ecco  come DIVENTARE UNO STORICO DELL’UFOLOGIA ITALIANA IN OTTO MOSSE!

1. Scopi e obiettivi dell'Operazione Origini

Il Progetto mira a raccogliere tutto ciò che sugli UFO è stato pubblicato in Italia dall’inizio del 1946 alla fine del 1954, ossia articoli, saggi, brani, parti di essi apparsi su periodici, cioè su TUTTI i tipi e generi di quotidiani o riviste (settimanali, quindicinali, mensili, bimestrali, ecc.), libri o opuscoli (o parti o pagine di essi).,

Una parte importante  ma di difficilissima reperibilità riguarda poi bobine di pellicole relative a cinegiornali, film, spettacoli d'intrattenimento, registrazioni di telegiornali o a parti di essi; audiocassette o nastri magnetici relativi a registrazioni audio di programmi radiofonici, pubbliche conferenze, ecc., dischi musicali (contenenti canzoni, parodie, intrattenimenti vari), materiale «minore» (manifesti, locandine cinematografiche, teatrali o concernenti conferenze e riunioni pubbliche, materiale pubblicitario, figurine da collezione e carte da gioco, ecc., oggetti (giocattoli e giochi,  passatempo, puzzle, manufatti commercializzati quali soprammobili, ecc.).

Ma di fatto il 99% delle fonti è rappresentata da articoli di giornali o di periodici.

 

2. I periodi “migliori” da controllare sui vari periodici (quelli che probabilmente contengono più notizie di nostro interesse)

Ecco una tabella esemplificativa dei mesi ad alto e a medio interesse per le ricerche dell'Operazione Origini

                                alto interesse                               medio interesse

1946:                     luglio-ottobre                                giugno, novembre

1947:                     luglio-agosto                                 settembre-ottobre

1948:                              --                                          gennaio, marzo; novembre-dicembre

1949:                     marzo, agosto, dicembre               gennaio  

1950:                     febbraio-maggio                           gennaio; giugno-dicembre

1951:                              --                                          gennaio-febbraio; maggio

1952:                     maggio-novembre                         aprile; dicembre

1953:                              --                                          gennaio; agosto; ottobre; dicembre

1954:                    settembre-dicembre                        giugno-agosto

In ogni caso, in funzione della testata che andrai a controllare e di quanto già eventualmente fatto da altri Ricercatori UFO, ti diremo quali sono i periodi da controllare.

Con un secondo livello di priorità e in relazione alle disponibilità delle Biblioteche a cui avrai accesso, ti inviteremo a controllare anche quotidiani e periodici del periodo 1955-1978.

 

3. Verifiche da attuare nelle biblioteche:

Innanzitutto controlla che nella tua città o comunque in luoghi da te facilmente raggiungibili si trovi una biblioteca pubblica statale, provinciale, comunale, universitaria, ecc., o anche privata ma accessibile.

Nel messaggio che hai ricevuto insieme a questo documento ti abbiamo indicato i periodi e le testate giornalistiche della tua zona che sarebbe necessario consultare nell’ambito della Operazione Origini. Questi hanno la massima priorità.

Recati presso la Biblioteca da te individuata e verifica immediatamente (presso un bibliotecario o direttamente presso lo schedario dei periodici) la disponibilità della testata che ti abbiamo indicato e i periodi posseduti. In caso negativo, ti consigliamo di recarti presso un’altra biblioteca della zona.

Quando ti viene consegnata l’annata del quotidiano o del periodico, prepara la Scheda di Controllo ed una penna (leggi il punto 4. per come compilarla) ed incomincia la consultazione.

Procedi con metodo e con calma: all'inizio la poca abitudine ti porterà ad avanzare con grande lentezza, ma la pratica ti renderà senz'altro veloce ed un vero cercatore di notizie ufologiche!

Mano a mano che trovi articoli di interesse, prendine nota con cura nella Scheda di Controllo.

ATTENZIONE! Prendi in considerazione non solo i pezzi che parlano di “dischi volanti”, ma anche quelli in cui compaiono, nei titoli, termini quali (tra parentesi gli anni in cui è più probabile trovarli):

La fantasia giornalistica non ha limiti. Non dimenticare che da noi il termine UFO fu assente sin quasi al settembre 1954, per poi prendere piede, molto lentamente, negli anni successivi.

Ricordati anche di segnalare (e riprodurre) eventuali articoli relativi a storie di armi segrete tedesche, nonché armi rivoluzionarie possedute da Russi o Americani, in quanto possono ricollegarsi ad un interessante filone di studio.

Si raccomanda caldamente di prendere nota anche di rinvenimenti di documentazioni quali locandine relative a film di fantascienza di ispirazione ufologica o a pubblicità dal contenuto ufologico.

In un secondo tempo, ti consigliamo di esaminate con cura lo schedario periodici della biblioteca che visiterai. Obiettivo: fare un elenco di tutti i periodici locali del periodo 1946-1954, siano essi quotidiani o settimanali o mensili. Tale elenco dovrebbe includere il nome della testata, la periodicità e le annate possedute dalla biblioteca.

 

4. Che cos'è  la scheda di controllo del  periodico

La Scheda di Controllo è la “carta d'identità” del lavoro effettuato ed il suo elemento fondamentale.

Non effettuare mai un controllo anche di una sola settimana di un quotidiano senza compilare con la massima precisione e ricchezza di dati la scheda. Non avere timore di sovrabbondare in tutte le indicazioni che, soprattutto nel caso di periodici locali o di edizioni di cronache di provincia, ti sembreranno utili a meglio identificare la testata specifica di cui ti stai occupando.

Il lavoro del progetto risulterà tanto migliore quanto più si avranno indicazioni accurate, univoche e non ambigue sulle testate dalle quali è stato estratto il materiale individuato e riprodotto.

Ti ricordiamo di:

Se ne hai la possibilità, sarebbe molto utile inserire tutti i dati di controllo di una singola scheda in un file Excel. Nel caso potrai inviarci (oltre alla copia della Scheda cartacea) anche i files così creati, allegandoli ad un messaggio di posta elettronica. Per ogni Scheda di Controllo cartacea dovrà essere creato un corrispondente file Excel, battezzato con il nome della testata per esteso, seguito dal periodo controllato, il tutto suddiviso da trattini. Per esempio:  gazzettadimantova-set-dic-1954.xls (si riferisce al periodo Settembre – Dicembre 1954 de “La Gazzetta di Mantova”).

Ecco un esempio di schedatura completa di un quotidiano già controllato.

Ricordati di elencare tutto nella Scheda di Controllo che ti è stata inviata, eventualmente utilizzando il retro del foglio per le note.

________________________________________________________________________

Centro Italiano Studi Ufologici

Operazione Origini

Testata controllata: CORRIERE DELLA SERA

Luogo di pubblicazione: Milano.

Periodicità: quotidiano (nel periodo controllato non usciva il lunedì)

Periodo controllato: Gennaio-Dicembre 1953

Note (da inserire sul retro del foglio o in altro spazio vuoto) :

La testata controllata conteneva una pagina di “Cronache Milanesi”.

La rilevazione è stata effettuata da Giuseppe Stilo nell’agosto e nel dicembre 2000 e nel settembre 2001 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Trascritti gli articoli del 23/4 e del 9/5. Riprodotti quelli del 7/10, 25 e 26/11 e 19/12.

DATA:                 PAG.:      TITOLO:

27/2                         3          Un bolide luminoso solca il cielo di Roma

...eccetera: prosegue l'indicazione del materiale individuato.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

6. Come riprodurre gli Articoli trovati

Appena individuato un articolo durante la consultazione della testata, dopo avere compilato opportunamente la Scheda di Controllo, è necessario riprodurre il medesimo. Esistono alcune alternative:

a. Un numero elevato di biblioteche pubbliche situate in città capoluogo di provincia ha proceduto a mettere a disposizione del pubblico microfilm con relative macchine per la lettura, nonché ad attivare servizi di fotocopiatura da microfilm. Ti consigliamo di prestare attenzione alla qualità della fotocopia: se non produce una copia leggibile (condizione fondamentale), è opportuno chiedere ad un addetto della biblioteca o regolare personalmente il settaggio della macchina.

b. Nel caso non sia possibile fare copie da microfilm, può darsi che (un numero limitato di biblioteche lo permette) sia possibile ottenere fotocopie del materiale facendole eseguire direttamente dagli originali dei periodici consultati.

c. Se non sono disponibili microfilm, ma solo originali e non è possibile fotocopiarli, la via migliore è quella di dotarsi di una macchina fotografica digitale e di eseguire uno scatto fotografico di ogni singolo articolo oggetto di raccolta. Macchine digitali con una risoluzione di 2,1 Megapixels sono sufficienti ad ottenere buoni risultati, che diventano eccellenti con risoluzioni superiori. Si  consiglia (se esiste già una buona o discreta illuminazione ambientale) di disabilitare il flash incorporato alla macchina, al fine di evitare riflessi nell'immagine. Inoltre, la macchina deve essere impostata sulla ripresa “macro” in modo da permettere la ripresa ben a fuoco di oggetti a distanza ravvicinata.

Senza tale impostazione le riprese su articoli di piccole e medie dimensioni risulteranno probabilmente del tutto sfocate. Al contrario se si deve riprendere un articolo di grandi dimensioni, non è necessario attivare la funzione “macro”.

Ti sarà possibile scaricare le fotografie digitali su un computer e da qui masterizzare un CD ROM. Non ti chiediamo di elaborare digitalmente le immagini (lo faremo noi), ma solo di inviarci una copia del CD ROM all’indirizzo postale che ti verrà comunicato. Ti consigliamo di conservare sempre una copia personale di tutte le immagini scattate, su un tuo secondo CD ROM.

L'extrema ratio è quella di trascrivere gli articoli che interessano. Ciò può avvenire a mano (chiaramente, in stampatello, su fogli di carta bianca) oppure direttamente su un computer: è infatti possibile portare il proprio PC portatile in biblioteca e trascrivere l’articolo direttamente su di esso (usando programmi standard come Wordo Wordpad o anche un semplice “editor” di testi). Data la sostanziale impossibilità di usare questo sistema per un numero elevato di articoli, si consiglia di dare priorità a notizie concernenti avvistamenti italiani o comunque vicende che coinvolgano personaggi, istituzioni o fatti del nostro paese. Si sottolinea però che è necessario procedere ad una trascrizione totale del testo degli articoli, senza limitarsi ai “dati essenziali” o omettendo parti che appaiono di modesta rilevanza.

Può darsi che vi troviate di fronte all'impossibilità di arrivare ad una riproduzione degli articoli scoperti. In questo caso, ti richiediamo caldamente di procedere comunque al controllo del periodico scelto, alla compilazione della scheda di controllo in tutte le sue parti e al suo invio. Dato che la situazione delle biblioteche italiane è in rapida evoluzione, non è detto che ciò che non è fattibile oggi non possa esserlo in un futuro più o meno vicino.

 

7. Come far pervenire il Materiale trovato

Il tuo lavoro nell’ambito dell’Operazione Origini produrrà principalmente due tipologie di materiale:

A.                 le Schede di Controllo compilate

B.                 le riproduzioni degli articoli trovati

E’ necessario procedere all’invio delle Schede originali, tramite posta prioritaria, all’indirizzo che ti verrà comunicato. Prima di ciò ti consigliano di fare una fotocopia delle medesime e di conservare il tutto nel tuo Archivio personale, per usi futuri e per sicurezza, vista la grande importanza che il frutto della tua collaborazione riveste per l’Operazione.

Nello stesso invio per posta, dovresti allegare anche le riproduzioni degli articoli che hai trovato nel corso dei tuoi controlli: fotocopie oppure files (di scansioni fatte in biblioteca, tramite le opportune macchine per la lettura dei microfilm oppure relative alle fotografie digitali che avrai scattato e salvato in formato JPEG).

I files dovrebbero essere masterizzati su un CD ROM (o DVD) formattato per PC.

 

8. RIEPILOGO

1.       stampare la mail che hai ricevuto con le testate giornalistiche ed i periodi da controllare e la Scheda di Controllo (in alcune copie).

2.       recarsi presso la Biblioteca prescelta e verificare la disponibilità delle testate nei periodi indicati, nonché la possibilità di consultarle su microfilm o in cartaceo. Verificare, di conseguenza, le possibilità di riproduzione degli articoli.

3.       acquisire in consultazione la prima raccolta, compilare la parte superiore della Scheda di Controllo e procedere il controllo minuzioso della testata nel periodo suggerito.

4.       dopo avere trovato ogni singolo articolo di interesse per l’Operazione Origini provvedi a compilare la Scheda di controllo con i dati dell’articolo stesso e procedi alla sua riproduzione (fotocopia, scansione da microfilm foto digitale), se possibile.

5.       ripeti i punti 3. e 4. per ogni testata e per ogni periodo suggerito.

 

Per qualsiasi informazione o comunicazione: info@ufo.it

 

Home - Casi UFO - Libri UFO - Registrati -Catalogo - Contatti