Avvistamenti UFO in Puglia 1954-1957

0
1209

1954BA01

25/10/1954       06.18                  CORATO (BA)                                        DD

P. Z., autista di un autobus, avvistò un oggetto luminoso che volava a circa 1000 metri di quota. L’oggetto venne descritto come un sigaro, con le estremità affusolate, di circa 5 metri di lunghezza e di spessore circa 1 metro; era dotato di un’intensa luce argentea, che diffondeva un largo cerchio di luce, e si lasciava dietro una scia di fumo come una chiara nebulosità. L’avvistamento durò 40-50 secondi.

La Gazzetta del Mezzogiorno 27/10/1954

1954BA05

25/10/1954       06.22                  SOVERETO (BA)                                     DD

Lo stesso oggetto venne notato anche da P. T. e A. T., autista e passeggero di un altro autobus che percorreva un’altra strada nella stessa zona. La descrizione concorda con quella fatta dal sig. Z.

La Gazzetta del Mezzogiorno 27/10/1954

1954FG01

25/10/1954       06.00                  SERRACAPRIOLA (FG)                            DD

Un autista di autobus, il sig. G. P., con il fattorino ed alcuni passeggeri videro un disco volante che, a forte velocità e ad un’altezza di circa 2.000 metri transitava nel cielo con direzione Termoli-Promontorio del Gargano.

La Gazzetta del Mezzogiorno 27/10/1954

1954LE02

25/10/1954       22.30                  TRICASE (LE)                                          LN

Due ragazzi, mentre erano in auto, videro all’improvviso nel cielo una luce accecante e poi un “corpo incandescente” che, con una scia luminosa, si muoveva in direzione Sud-Ovest, per sparire dopo pochi secondi.

Corriere del Giorno 26/10/1954

1954TA01

27/10/1954       NOTTE                TARANTO                                            LN

Il cappellano e due ufficiali della Marina Militare della base navale di Taranto, il M.llo C. E. ed il Serg.Magg. P. C., in servizio presso l’Osservatorio dell’Aeroporto di Grottaglie, notarono un disco volante luminosissimo, fermo ad un’altezza che non fu possibile calcolare, sulla perpendicolare di alcune navi ferme in rada. Dopo un po’ di tempo, il disco si allontanò verso San Vito, perdendosi all’orizzonte.

Il Messaggero 27/10/1954
Nazione Sera 27/10/1954
Corriere di Sicilia 28/10/1954

1954LE01

30/10/1954       21.45                  LECCE                                                 LN

Il sig. F. D. R., con altre numerose persone, osservò dal centro della città un sigaro volante che, luminosissimo, ad un’altezza di circa 5000 metri con direzione OVEST-EST, solcava il cielo lasciandosi dietro una scia di colore giallo-azzurrino.

La Gazzetta del Mezzogiorno 01/11/1954
Il Messaggero 01/11/54
Ufo in Italia Vol. 2

1954TA02

01/11/1954       22.45                  LATERZA (TA)                                      LN

Un gruppo di cittadini vide un “disco volante” che a fortissima velocità e lasciandosi dietro una scia luminosa di colore viola, attraversava il cielo da Nord/Est verso Sud/Est.

Corriere del Giorno 02/11/1954

POSSIBILE CAUSA: Bolide.

1954BA02

09/11/1954       05.00                  BARI                                                  LN

Il vigile urbano L. D. avvistò un corpo luminosissimo di forma sferica che a grande velocità solcava il cielo da NORD-OVEST verso SUD-EST a poche centinaia di metri di altezza.

La Gazzetta del Mezzogiorno 10/11/1954

1954BA03

09/11/1954       02.10                  BARI                                                  LN

L’avv. A. P. ed il sig. G. C., affermarono di aver visto un oggetto tondeggiante, di color rossastro, grande “dieci volte la Luna”. Secondo i due testimoni si era trattato di una grande meteora che, dopo circa dieci minuti “lentamente tramontò a ponente”.

La Gazzetta del Mezzogiorno 10/11/1954

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Meteora

1954BR01

24/11/1954       12.20                  BRINDISI                                          LN

Mentre percorrevano la Via Nazionale Appia, alle porte di Brindisi, l’avv. E. R. ed il rag. C. B., avvistarono un sigaro volante che a grandissima velocità solcava il cielo da NORD-OVEST a SUD-EST. All’avv. R. sembrò di vedere uscire del fumo dalla prua dell’oggetto.

La Gazzetta del Mezzogiorno 25/11/1954

1954BA04

13/12/1954       SERA                   BARI                                                 LN

Venne avvistato un disco volante che, volando a notevole quota e velocità, attraversò il cielo della città da SUD verso NORD. L’oggetto, che lasciava dietro di se’ una scia luminosa, ad un certo punto si sarebbe innalzato verticalmente scomparendo nel cielo.

La Gazzetta del Mezzogiorno 14/12/1954

1956BA06

26/01/1956       22.00                  BARI                                                 LN

Fu notato sulla città un corpo luminoso che presentava un piccolo punto brillante nei suoi pressi. Alcuni giornalisti de “La Gazzetta” riscontrarono il fenomeno ma pensarono che si trattasse di una stella, “che un qualche fenomeno atmosferico faceva apparire più lucente e più grande”.

La Gazzetta del Mezzogiorno 29/01/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Pallone sonda

1956FG01

27/01/1956       16.10                  MONTE S.ANGELO (FG)                        DD

Dodici corpi luminosi (in successione di 2, 3 e 7) vennero avvistati dall’osservatorio dell’Aeronautica Militare.

La Gazzetta del Mezzogiorno 29/01/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Pallone sonda

1956FG02

27/01/1956       16.15                  AMENDOLA (FG)                                  DD

Due dei 12 corpi avvistati da Monte Sant’Angelo, si diressero verso l’aeroporto militare di Amendola, dove aveva sede il Nucleo Addestramento Velivoli a Reazione. Il comandante del Navar, allora, si alzò in volo a bordo di un reattore per tentare di intercettare i corpi luminosi, ma dovette desistere a causa delle cattive condizioni meteorologiche (…fortissimo vento!).

La Gazzetta del Mezzogiorno 29/01/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Pallone sonda

1956BA07

27/01/1956       16.40                  TRANI (BA)                                          DD

Secondo fonti ufficiose due corpi luminosi caddero in mare, 1500 metri al largo di Trani,
ed un motopesca, uscì per tentarne il recupero. Non è dato sapere se questo recupero ci fu.

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 29/01/1956
Aircat di Marco Orlandi – Ed. UPIAR

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Pallone sonda

1956BA01

27/01/1956       16.45                  BARI                                                 DD

Due corpi luminosi furono avvistati anche da Bari. Erano ad un’altezza di circa 1500/2000 metri e si dirigevano a notevole velocità verso SUD. L’Ufficio stampa della IV Z.A.T. (l’attuale 3° Regione Aerea) dichiarò che si trattava di palloni sonda. Gli oggetti, osservati anche da giornalisti de La Gazzetta, sembravano avere una specie di coda alla punta della quale si poteva notare un puntino anch’esso luminoso.

La Gazzetta del Mezzogiorno 29/01/1956
Aircat di Marco Orlandi – Ed. UPIAR

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Pallone sonda

1956LE01

06/02/1956       SERA                   GALLIPOLI (LE)                                  LN

Un corpo bianco di forma circolare fu notato in cielo, ad un’altezza di circa 4.000 metri, per quasi 2 ore. Poi scomparve a causa di alcune nuvole che coprirono il cielo.

La Gazzetta del Mezzogiorno 07/02/1956

1956BA02

24/07/1956       21.00                  CANOSA DI PUGLIA (BA)                     LN

Venne osservato uno strano punto luminoso che, lentamente, attraversava il cielo da NORD-EST verso NORD-OVEST.

La Gazzetta del Mezzogiorno 25/07/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Satellite artificiale

1956BA03

30/07/1956       20.55                  BARI                                                 LN

Un ex ufficiale dell’Aeronautica, insieme ai 5 componenti la sua famiglia, avvistò un corpo luminoso di forma sferica che, in 50 secondi circa, attraversò l’arco del cielo scomparendo all’orizzonte. L’oggetto, della grandezza di una stella media, volava a circa 20 mila metri di quota.

La Gazzetta del Mezzogiorno 31/07/1956

1956FG03

??/08/1956        ??.??                   ISOLE TREMITI (FG)                          LN

Renzo Arbore, famoso artista italiano, mentre si trovava in vacanza alle Isole Tremiti vide, insieme ad una quindicina di persone, un oggetto a forma di “disco fiammeggiante”. Dopo alcuni minuti, l’oggetto compì una virata ad angolo retto assumendo la forma di un “sigaro” e scomparendo, quindi, alla vista dei testimoni.

Il Messaggero 15/08/2000
Stargate – n.6 – ottobre 2000
“Ufo notiziario” n.16 – novembre 2000

1956BA04

03/09/1956       23.30                  BARI                                                LN

Un corpo luminoso, che lasciava dietro di se’ una scia incandescente, con una velocità “più moderata” di quella delle stelle cadenti, attraversò il cielo da SUD a NORD.

La Gazzetta del Mezzogiorno 04/09/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Meteora

1956BA05

11/09/1956       21.00                  BARI                                                LN

Un oggetto luminoso di colore azzurrognolo, luminosissimo, di notevoli dimensioni, fu visto da numerose persone solcare il cielo da NORD-EST a SUD-EST, lasciandosi dietro una scia rossastra.

La Gazzetta del Mezzogiorno 12/09/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Bolide

1956BR01

26/10/1956       ALBA                   CEGLIE MESSAPICA (BR)                   DD

Numerose persone osservarono un oggetto luminoso di forma allungata solcare il cielo da NORD verso SUD, in direzione contraria al vento.

La Gazzetta del Mezzogiorno 27/10/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Aereo ad alta quota

1956BR02

26/10/1956       MATTINA           BRINDISI                                         DD

Un “qualcosa” che volava a notevole altezza, fu notato da numerose persone. Si diffuse anche la voce che un pilota militare avesse tentato di intercettare l’oggetto, ma nulla trapelò dai comandi aeronautici.

La Gazzetta del Mezzogiorno 27/10/1956

POSSIBILE CAUSA DEL FENOMENO: Aereo ad alta quota

1957BA01

20/02/1957       MATTINA           BARI                                                DD

Alcune persone segnalarono il passaggio, ad un’altezza di circa 1000 metri, di dischi volanti (addirittura “intere formazioni”) con direzione SUD-NORD.

La Gazzetta del Mezzogiorno 21/02/1957

1957LE01

18/08/1957       00.56                  LECCE                                             LN

Un oggetto fortemente luminoso fu avvistato da più zone della città. Il “corpo”, che aveva direzione SUD-NORD/EST, fu visto poi innalzarsi verso il cielo. Dopo una ventina di minuti dal suo passaggio, fu notata una “fascia rettangolare” di colore verde smeraldo, che seguendone il percorso, si estendeva per circa 400 metri. Lo stesso fenomeno fu segnalato da Altamura, Cassano Murge e Corato, in provincia di Bari

La Gazzetta del Mezzogiorno 20/08/1957

1957BA02

18/08/1957       00.56                  BARI                                               LN

Un oggetto fortemente luminoso fu avvistato da più zone della città. Il “corpo”, che aveva direzione SUD-NORD/EST, fu visto poi innalzarsi verso il cielo. Dopo una ventina di minuti dal suo passaggio, fu notata una “fascia rettangolare” di colore verde smeraldo, che seguendone il percorso, si estendeva per circa 400 metri.

La Gazzetta del Mezzogiorno 19 e 20 /08/1957

1957BA03

18/08/1957       00.56                  ALTAMURA (BA)                                LN

Lo stesso fenomeno venne segnalato anche da Altamura, paese a circa 40 km. da Bari, con la sola variante che la scia luminosa fu segnalata di colore rosso “fiammeggiante”.

La Gazzetta del Mezzogiorno 20/08/1957

1954BA04

18/08/1957       00.56                  CASSANO MURGE (BA)                      LN

Lo stesso fenomeno venne segnalato anche da Cassano Murge, paese a circa 30 km. da Bari, presumibilmente alla stessa ora.

La Gazzetta del Mezzogiorno 20/08/1957

1957BA05

18/08/1957       00.56                  CORATO (BA)                                     LN

Lo stesso fenomeno venne segnalato anche da Corato, paese a circa 35 km. da Bari, presumibilmente alla stessa ora.

La Gazzetta del Mezzogiorno 20/08/1957

1957TA01

19/08/1957       00.50                  TARANTO                                       LN

Un oggetto luminoso, di forma sferica e di coloro vicino al rosso, con una piccola scia più chiara, attraversò il cielo della città a forte velocità da Sud/Est verso Nord/Ovest.

Corriere del Giorno 20/08/1957

POSSIBILE CAUSA: Meteora.

1957TA02

19/08/1957       ??.??                   CASTELLANETA (TA)                         LN

Fu visto lo stesso fenomeno del caso precedente con la differenza che il colore era arancio e l’oggetto era diretto a Nord.

Corriere del Giorno 20/08/1957

POSSIBILE CAUSA: Meteora.

1957BA06

17/10/1957       19.21                  BARI                                              LN

Quattro studenti, E. G., P. S., G. Z. e S. M., videro, mentre passeggiavano nel centro della città, un oggetto luminoso, simile ad una stella bianchissima, con una piccola scia, solcare il cielo da NORD/EST a SUD/OVEST. L’oggetto fu anche visto dal sig. V. S., collaboratore de “La Gazzetta del Mezzogiorno” e da alcuni suoi familiari.

La Gazzetta del Mezzogiorno 18/10/1957
Espresso Sera 20/10/1957

 

1957BA07

06/11/1957       19.30                  ANDRIA (BA)                                  LN

Numerose persone osservarono, per circa 10 minuti, un oggetto luminoso di forma ovoidale che compiva delle strane evoluzioni. Infatti l’oggetto, oltre che spostarsi verso NORD e verso SUD, si alzava ed si abbassava di quota, portandosi a circa 1000 metri nel punto più basso ed a circa 3000 metri nel punto più alto, lasciandosi dietro una scia lunghissima di color argento. Tutte le persone che guardarono l’oggetto, furono costrette a chiudere gli occhi ed accusarono,in seguito, una forte emicrania.

La Gazzetta del Mezzogiorno 07/11/1957